Benvenuto sul sito di Caserta Turismo
 
link001 link002 link003 link004
 
banner Caserta Turismo
 
Caserta Turismo: newsletter Piazze del Sapere - Aislo annualità 2020
 

Newsletter n. 8

Ripartire con la cultura

Un ponte tra le culture

Gemellaggio
In occasione dell’incontro culturale – tenutosi domenica 21.06.2020 nella Piazzetta di Baia Verde per presentare il libro "La provincia" del giovane M. Cutillo con Paolo Miggiano (saggista) – l’artista Gustavo Delugan ha avanzato una proposta molto interessante, alla presenza del sindaco di Castel Volturno e di molte associazioni attive a livello locale e provinciale. Prendendo spunto dal fatto che in quella zona si erge un monumento dedicato a Miriam Makeba, famosa nel mondo come Mama Africa – che qui perse la vita nel mese di novembre del 2008 dopo un concerto di solidarietà per i giovani ghanesi massacrati dalla camorra – scaturisce l’idea di far partire una richiesta di gemellaggio tra la città Domiziana e Johannesburg, capitale del Sud Africa, dove è nata ed è diventata popolare la grande artista. In questo modo viene recepita anche una indicazione che più volte negli anni scorsi è stata lanciata dalla rete delle Piazze dei saperi e dei colori di costruire un ponte tra le culture, tra popoli e religioni diverse. Un forte ed originale messaggio per diffondere la cultura dell’accoglienza, della solidarietà contro ogni forma di violenza e di razzismo. Come primo atto, a nome delle associazioni e del Forum terzo settore chiediamo al Sindaco e al Consiglio Comunale di adottare una apposita delibera con un ordine del giorno da inviare alle istituzioni sudafricane per definire gli atti per un gemellaggio di carattere socio-culturale e turistico.

Cordiali saluti

Adesioni
Pasquale Iorio, Le Piazze del Sapere – Elisabetta Luise, Presidente Auser Caserta - Bruno Marfè e Gustavo Delugan, artista - Paolo Miggiano, saggista - Informare News - Michele Zanni, Portavoce FTS Casertano.

Castel Voltuno, 22 giungo 2020

Le Piazze dei Saperi e dei colori
Per ripartire con la cultura
Castel Volturno, Lido Luise Estate 2020


Campania Sicura In Campania estate all’aperto
Idea progetto
Nell’ambito delle attività Regione Campania per promozione della cultura, la APS "Le Piazze del Sapere – Aislo Campania" propone una idea-progetto per la realizzazione de Le Piazze dei Saperi e dei Colori "Letture di Gusto. Libri, cibo, ambiente e territorio". Per ripartire con la cultura. Viene ripresa e rilanciata una esperienza già organizzata negli anni precedenti a Castel Volturno, in collaborazione con istituzioni ed associazioni del terzo settore. In questo modo si intende riproporre la realtà Domiziana come una protagonista della rete delle attività per riprendere a stare insieme, per creare nuove relazioni sociali anche nella fase di fuoriuscita dall’emergenza sanitaria durante il periodo delle vacanze estive.
Le precedenti edizioni (realizzate negli ultimi 5 anni) di Letture di Gusto in luoghi pubblici e privati della città Domiziana hanno fatto registrare un bel successo di partecipazione e di interesse di cittadini, in particolare di turisti e di villeggianti provenienti da tutta la Regione Campania (e non solo). Dal mese di maggio fino al mese di ottobre di ogni anno molte centinaia di persone hanno seguito gli incontri, i dibattiti, i concerti e le varie manifestazioni organizzati sul Lido Luise o in altri luoghi (come la Sala del Comune, il Centro Fernandes ed il bar di Pinetamare Cazy Horse), anche con la possibilità di visitare gli stand espositivi dei libri e dei prodotti tipici. Si può dire che in quei giorni è stato realizzato un sogno: Castel Volturno è diventata il luogo della “civitas domiziana”, vissuto e partecipato da persone di tutte le generazioni, culture e razze diverse. Si è creato un vero ponte tra culture, religioni diverse, con tante opportunità di incontro e di accoglienza. In una terra difficile, finalmente le persone e le famiglie che frequentano quei luoghi si sono sentite coinvolte in eventi che hanno dato un nuovo volto e un nuovo valore ad un periodo che di solito è dedicato allo svago e al riposo.
L’iniziativa del Festival prende spunto dalle attività da tempo avviate con la rete delle Piazze del Sapere, che in provincia di Caserta si è affermata come un luogo di incontro e confronto per un’idea di cultura che è integrazione delle conoscenze e delle competenze dei vari saperi, di apprendimento permanente, fattore di crescita civile. Nel periodo estivo (quando si chiudono le attività nelle città) la rassegna può rappresentare il momento di sintesi e di convergenza di tanti incontri ed eventi che la rete porta avanti con continuità nell’arco dell’anno nei vari spazi e beni comuni (dalla Libreria Feltrinelli all’Enoteca Provinciale, dalla Biblioteca Civica a quella Diocesana). Nella nostra visione ed idea-progetto il Festival rappresenta nello stesso tempo una fiera, una festa, un luogo di cultura e di scambio, di apprendimento e di coesione sociale, oltre che di costruzione di una visione comune di un futuro possibile. In questi spazi le persone vengono per ascoltare, approfondire, conoscere, scambiare buone pratiche, raccontare e progettare un diverso modello di economia e di vita, e perché no anche per divertirsi.
Uno dei temi centrali della manifestazione può essere la Dieta Mediterranea, non a caso patrimonio dell’umanità, che ci stimola a riflettere sulle tematiche dell’educazione all’alimentazione sana ed al consumo critico e consapevole, del turismo sostenibile, delle nuove forme di distribuzione dei prodotti tipici, della sicurezza dei territori di produzione e dell’ambiente, delle nuove forme ed imprese di agricoltura sociale, della crescita ecosostenibile. Laboratori di ricerca su scrittura visiva ipertestuale, finalizzata all'attivazione di processi comunicativi e creativi culturali e sociali, per il potenziamento del valore terra (a cura di Slow Food e Lilt). Il cibo è cultura perché ha inventato e trasformato il mondo. Nella Rassegna saranno protagoniste le buone pratiche di produttori, consumatori, associazioni, imprese, esperti in enogastronomia, con le esperienze e le eccellenze del territorio, per gustarne la qualità, per guardare, toccare, usare, comprare libri, cibi, prodotti locali. Altrettanto importante sarà lo spazio espositivo che ospiterà Editori, Librai oltre alle Aziende Agricole, Fattorie didattiche, Orti sociali, Associazioni ed iniziative varie. Come nelle edizioni precedenti saranno coinvolti e parteciperanno tante persone che d’estate si trasferiscono sul mare. In queste occasioni verranno presentate esperienze di lavoro creato e modelli di partecipazione (cittadinanza) tra suole, imprese, società e start up innovative, realizzate in altre città italiane e campane. In particolare, alcune associazioni come l’Auser e le Acli parteciperanno con laboratori di scrittura creativa, di poesia, di teatro, di musica (con talenti egruppi musicali espressione di una cultura locale ed antica), insieme a esperienze già consolidata come quelle di realtà associative del territorio.
Nel corso di questi eventi ed incontri abbiamo intenzione di organizzare dibattiti, di presentare libri a tema, di animare conferenze e confronti con esperti di livello nazionale e mondiale. Si potranno incontrare tanti autori ed editori, artisti, artigiani e produttori. Così come nelle precedenti edizioni si potranno conoscere e degustare le eccellenze dei prodotti tipici del territorio. I visitatori possono essere testimoni di esperienze coraggiose e virtuose in agricoltura e nel sociale. Ma soprattutto sarà l’occasione per cogliere l’urgente necessità di parlare e costruire progetti per il nostro futuro, soprattutto in una fase così difficile in cui c’è tanto bisogno di socialità, di riprendere la vita e le relazioni umane, anche proponendo idee e progetti in cui la zona Domiziana possa diventare un luogo di riflessione e ricerca sulla qualità della vita dei propri abitanti per uno sviluppo qualificato ed innovativo.

Boockcrossing
Nello stesso tempo sullo chalet del Lido Luise verrà offerta la possibilità di prestare e scambiare libri sul mare, con una piccola biblioteca per letture di gusto per tutte le età. Insieme con le istituzioni (a partire dal comune di Castel Volturno e dalla Regione Campania), vogliamo proporre ai cittadini – villeggianti ma anche residenti - e a tutti i soggetti attivi del territorio di impegnarsi in un percorso che rimetta al centro dei propri valori quello della Qualità della vita delle persone. Anche quest’anno qui si ripresenta il programma di attività delle Piazze dei Saperi e dei Colori per arricchire di contenuti la nostra estate, per poter ripartire con la cultura, per produrre socialità e convivialità con gli enti "Letture di gusto". Le iniziative saranno dedicate in particolare ai temi dell’enogastronomia, dei prodotti tipici e delle eccellenze del nostro territorio, grazie anche alla presentazione di libri e progetti, di esperienze e buone pratiche che puntano alla accoglienza ed alla valorizzazione del nostro tessuto economico-sociale, dei nostri beni comuni e culturali. Gli incontri saranno realizzati ed animati in uno dei luoghi storici delle vacanze domiziane nello spazio del Lido Luise sul mare – ed anche in altri spazi pubblici.

 

Programma di incontri ed eventi per l’estate 2020 (3 mesi a partire da luglio fino a settembre)

• 27-06 ore 11:00 Lido Luise Presentazione del progetto e del programma degli eventi con la partecipazione del sindaco di Castel Volturno e della Regione Campania Ass. S. Palmeri, Onlus don Milani, Lettertitudini, Padri Comboniani, Finetica Onlus. Con letture dal lLibro di poesie di Alfonso Caprio Porto Schiavetti (Poesie e migranti) con letture giovani migranti.
Coordinano P. Iorio e Tiziana Grimaldi.
Ore 19 Lido Luise aperitivo al tramonto con un concerto del jazzista Rocco Traettino

• 04-07 ore 11.00 Lido Luise – Le Italiane viste da Lidia Luberto con la presentazione dei due libri dedicati a Miriam Mafai e La casa delle bifore.
Coordina Pasquale Iorio

• 11-07 ore 11.00 Lido Luise Presentazione di Infiniti Mondi numero speciale dedicato a Castel Volturno, con Lello Traisci, Mario Luise e G. Franco Nappi. Esposizione di Coop EVA e Canapa Sativa.

• 18-07 ore 11.00 Libro di Aurora del Monaco "I lati del cerchio. Una famiglia napoletana", END Edizioni, con A. Caprio e Mario Luise

• 25-07 ore 11.00 Lido Luise Premio Letteratitudine con premiazione vincitori e letture dei loro elaborati. Coordinano Tilde Maisto e Tania Parente – Associazione "Anche io mi trucco".

• 1-08 ore 11:00 Presentazione del libro curato da M. Luise e E. Del Monaco “Da qui al futuro”, con l’editore Spring. Interventi dei vari autori di saggi contenuti nel volume.
Con musiche di Rocco Traettino e Jen Blossom

• 8-08 Presentazione del libro di Silvana Fiorillo “Il rito sul lungomare” con A. Caprio e Pasquale Iorio. Con Associazione Lotta al cancro seno. Saluti Tiziana Grimaldi

• 10-08 ore 18:00 Concerto per la notte di San Lorenzo, con le tammorriate di Lello Traisci, Rocco Traettino e Jen Blossom - Vino Falerno – Dolci dal seme di canapa sativa 4.0

• 14-08 ore 11:00 Esposizione di prodotti tipici, con rete produttori Canapa Sativa, Valle Chiarelle, La Sbecciatrice. Coordina Umberto Riccio e T. Grimaldi

• 22-08 ore 11:00 Presentazione del libro "Quaratanni di Cina" di Daniela Caruso, con mostra fotografica di Raffaele Cutillo. Presenta Vittorio Russo

• 29-08 Lido Luise ore 11 Presentazione del libro di Marco Cutillo "La provincia", con Paolo Miggiano. Letture Casina Pompeiana + Ebook di Tania Parente "Io persona nella mia totalità" con Onlus don Milani

• Centro Fernandes presentazione del libro di Gianni Cerchia Tra accoglienza e pregiudizio. Emigrazione e immigrazione nella storia dell’ultimo secolo: da Sacco e Vanzetti a JE Masslo con A. Casale, D. Moschetti e Cidis Onlus – Danzatrici e musicisti nigeriani.

• Presentazione del saggio curato da Pasquale Iorio "Diritti e lotte sociali in Terra di Lavoro"
, con l’editore Diego Guida, C. Bernabei (CGIL Campania)
Coordina Carmine Bonanni
Esposizione e degustazione mozzarella DOP e vino Falerno

Segreteria organizzativa: Pasquale Iorio e Tiziana Grimaldi

Totale incontri per libri: 10 incontri
Concerti e danze: 2 eventi
Manifestazioni Gas letture di gusto: 2 eventi

Patrocinio: comune di Castel Volturno – Regione Campania
Soggetto proponente ed attuatore: APS le Piazze del Sapere Aislo Campania
Bozza
Allegato 1 Progetto: Festival Letture di Gusto
Progettazione ed attuazione:
APS Le Piazze del Sapere – Aislo Campania
Partner e collaborazioni
• Associazioni terzo settore
FTS Casertano, Acli Terra, Acli ed Auser Caserta, Cidis Caserta, Coop EVA, Finetica Onlus, Muni Movimento, Slow Food, TCI Aperti per Voi.
• Media Partner: Informare News
• Enti e consorzi
Consorzio Mozzarella DOC, Centro ASCCO Formazione, Consorzio Agrorinasce, Caserta Turismo Canapa, Rete di imprese Canapa 4.0, Coop EVA Casa Lorena Le Ghiottonerie, Fattoria Didattica Melagrana, Vini: Falerno e Fondazione Tuorto Jossa di Fontana Cupa La Sbecciatrice, Valle Chiarelle, altri.

Cultura e coesione sociale
A Caserta si può ripartire con la cultura per il dopo Covid
Senza interferire nelle scelte istituzionali, constatiamo che in questa fase nel governo della città di Caserta sono state scelte due donne in alcuni settori strategici: la docente universitaria Lucia Monaco alla cultura e la dirigente scolastica Adele Vairo all’istruzione e rapporto con le associazioni. Entrambe con competenze ed esperienze consolidate in questi ambiti. A loro spetterà il compito da qui alla fine della legislatura di mettere in campo idee e sostenere progetti per far crescere la coesione sociale, per ripartire con la cultura nella nostra città.
Come rete delle Piazze del Sapere ci permettiamo di segnalare alcune priorità su cui lavorare.
In primo luogo, va data piena attuazione al progetto finanziato da Fondazione con il Sud per far diventare la “Bibliotecabenecomune”, su cui si è attivato un partenariato tra alcune delle più importanti associazioni cittadine: dal capofila del progetto "Caserta CittàViva" all’Auser, dal Cidis a Nati per leggere, da AmateLab all’Università.
In secondo luogo va sollecitato il decollo del Patto per la lettura, a cui hanno già aderito diverse associazioni in collaborazione con le scuole cittadine. Ci vuole un atto deliberativo del Consiglio Comunale.
In terzo luogo bisogna far diventare operativo il Regolamento contro azzardo e ludopatia, finora rimasto sulla carta, anche in relazione alla nuova Legge Regionale in materia.
In quarto luogo, ampi spazi si aprono nel campo della gestione partecipata e condivisa dei beni comuni, anche in riferimento al protocollo in via di definizione tra il sindaco Marino ed il FTS Casertano.
Infine, sul modello adottato già in altre città (come Bari), ribadiamo la richiesta di far diventare l’agorà della Biblioteca Civica un luogo di incontro e di socialità per poter ripartire con la cultura e creare occasioni di incontro e di relazione, in primo luogo con i giovani, in uno spazio pubblico dedicato a queste funzioni.

Pasquale Iorio, Le Piazze del Sapere/Aislo Campania Caserta, 23 giugno 2020

 

Recensione del libro: Diritti e lotte sociali nel XX secolo in Terra di lavoro: il nuovo consistente volume a cura di Pasquale Iorio

È disponibile dal mese di gennaio del 2020 il nuovo lavoro storico a cura di Pasquale Iorio dal titolo " Diritti e lotte sociali nel XX secolo- Storie e protagonisti di Terra di Lavoro", pubblicato dalla casa editrice Guida. Tale corposo testo si mostrava indispensabile in quanto, come evidenzia nella presentazione Gianni Cerchia, necessitava un rilancio della memoria storica di uomini e donne che hanno rappresentato una resistenza civile, politica e culturale in un territorio complesso quale quello di Terra di Lavoro.
Il merito di Pasquale Iorio è di aver saputo porre in forma organica una serie di biografie di vari autori, sia in qualità di veri storici che di studiosi. I pionieri di tali ricerche appassionate sono stati soprattutto Carmine Cimmino e Giuseppe Capobianco, ai quali personalmente, come contributo in relazione alla prima parte del libro, ho fatto maggiormente riferimento insieme a veri ricercatori d’archivio e storici, ossia Paola Broccoli, Gianni Cerchia, Felicio Corvese ed altri. Si è iniziato, pertanto, a rilanciare la memoria dei protagonisti della democrazia radicale di fine Ottocento di Terra di Lavoro, in contatto con gli ambienti napoletani più avanzati e i suoi protagonisti, tra cui spicca il nome di Giovanni Bovio. Inoltre, in tale prima parte del testo, uno studio concerne la realtà delle prime Società Operaie di Mutuo Soccorso operanti in Terra di Lavoro, a cui ha fatto seguito quella che possiamo definire l’"alba" del socialismo in Terra di Lavoro nei primi anni del Novecento. I primi giornali socialisti, tra cui "La Luce", hanno fornito le informazioni dettagliate di un percorso che va, quindi, dall’inizio del Novecento alla scissione di Livorno del 1921.
Quindi tanti nomi di uomini, parzialmente dimenticati, che hanno mostrato di avere grandi idealità finalizzate al miglioramento delle condizioni di vita dei contadini e degli operai tramite dure lotte durante le quali tali uomini si dimostravano credibili e, pertanto, riuscivano a raccogliere il consenso necessario per porre in atto tali azioni di lotte, mirate alla conquista con sacrificio dei primi diritti sociali.
Le schede sono dedicate in ordine alla memoria di Corrado Graziadei di Sparanise, ammirato anche dagli avversari politici per la sua elevata umanità. A tal riguardo, fu proprio una lettera di Corrado Graziadei a suo figlio Libero a darmi l’input giusto e a comprendere appieno che, al di là dell’appartenenza politica, tali uomini meritavano di essere ricordati in quanto lottavano per una società più giusta, pur potendo vivere una vita di agi e di tranquillità. Tale lettera si concludeva con parole condivisibili anche da molti che avevano idee diverse da tale rispettato leader del Partito Comunista di Terra di Lavoro: "Nella vita cerca di stare sempre con i più umili e con quelli che soffrono: sarà poco utile, ma in quella poesia troverai la più alta ricompensa e ti sentirai ricco per sempre".
Alla scheda biografica di Corrado Graziadei, la più completa, seguono quelle di Gori Lombardi di Sessa Aurunca, di Alberto Iannone di Capua, a cui ha dedicato un più che buon libro Adolfo Villani, di Michele Izzo di Carano di Sessa, di Antonio Marasco, fondatore nel 1919 della Camera del Lavoro di Piedimonte Matese, di Ernesto Rossi di Caserta, di Maria Lombardi, "protagonista al femminile" nel contesto difficile di Terra di Lavoro all’indomani della Prima Guerra Mondiale.
Le parti successive, altrettanto ricche di notizie storiche per il rilancio della memoria, sono dedicate all’Antifascismo in Terra di Lavoro, riprendendo anche il lavoro storico precedente di Adolfo Villani " I ragazzi del professore", che, tra l’altro, ricostruisce tutta la storia del giornale clandestino "Il Proletario", tenendo nel contempo sempre presenti i libri e i tantissimi scritti di Giuseppe Capobianco. In tale contesto storico di antifascismo militante viene riproposta un'altra scheda biografica di un ulteriore importante protagonista dell'antifascismo e delle successive lotte per i diritti civili, Benedetto D’Innocenzo di Calvi Risorta. Seguono, oltre agli scritti di Corrado Graziadei sulla Resistenza, il contributo di Margherita Troili, i riferimenti agli importanti lavori più recenti di Gianni Cerchia e di Felicio Corvese.
La quarta parte è specificamente dedicata alle lotte contadine nel dopoguerra e all’inizio delle lotte operaie, in cui, oltre a nomi già citati, si riporta la dovuta memoria di altri protagonisti non meno importanti.
Non poteva mancare un profilo biografico a Peppino Capobianco, al suo lavoro rilevante e completo di ricerca storica, ampiamente riportato, e alle testimonianze sulla sua figura di militante e di storico da parte di Guido D’Agostino, dell’on. Paolo Broccoli, di Giacinto Di Patre, oltre a quella di Gianni Cerchia. Un’interessante sesta parte è dedicata alle "donne nelle lotte antifasciste e sociali". Paola Broccoli dedica un successivo capitolo alle lotte del movimento operaio e studentesco nel ’68. Il corposo testo si avvia alla conclusione con le vittime della criminalità organizzata e un profilo biografico del vescovo emerito di Caserta Raffaele Nogaro e del Centro di Casa Rut, come anche della memoria di intellettuali e artisti, storici, educatori e politici che hanno fornito il loro contributo per una più ampia forma di democrazia e giustizia sociale in Terra di Lavoro.
Nicola Terracciano dedica un doveroso omaggio a Carmine Cimmino, uomo politico socialista dedito ai beni comuni, educatore e promotore culturale, storico e ricercatore sociale di grande valore in un saggio di densa empatia. È presente, quale conclusione di un testo molto apprezzabile dal punto di vista storico, un’ampia e ricca bibliografia.

Angelo Martino, 23 giungo 2020

 

Download della newsletter n. 8 in versione PDF

 
Caserta Turismo: newsletter Piazze del Sapere - Aislo annualità 2020
 
 
Per rimanere aggiornato sui convegni, suglie eventi e le attività del Distretto Turistico Caserta, seguici sui social network
 
 
link alla pagina di facebook
 
link alla pagina di flickr
 
link alla pagina di google plus
 
link alla pagina di twitter
 
link alla pagina di you tube
 
link alla pagina di pinterest
 
 
 
 
banner
 
 
link005 link006 link007 link008 link009 link0010 link0011 link0012