Benvenuto sul sito di Caserta Turismo
 
link001 link002 link003 link004
 
banner Caserta Turismo
 
Caserta Turismo: Ripartire con la cultura

Viaggio nei luoghi della memoria e dell’arte di Terra di Lavoro

I tesori nascosti

A cura di Pasquale Iorio
 

Scheda 2: Castelli di Terra di Lavoro

• La Roccaforte dell’antica Cales, con cinta muraria, a Calvi Risorta, crocevia di antiche civiltà: da quella aurunca all’etrusca, da quella latina alla sannitica.
• Castello di Carinola, di epoca angioina-aragonese.
• Castello di Francolise, architettura militare normanna dell’epoca medioevale.
• Castello ducale di Sessa aurunca, con la Torre di S. Biagio (o torre di S. Caterina), Torre di F. Capodiferro ed altre torri dell’antico complesso fortilizio.
• Palazzo ducale di Mondragone, di epoca longobarda.
• Castello di Carlo V a Capua, reso inaccessibile sul fiume Volturno da una fabbrica pirotecnica.
• Castello Normanno o delle pietre con annessa Sala d’armi.
• Il Castello Longobardo di Caiazzo (famoso come dimora di Lucrezia D’Alagno).
• Il Castello sul fiume di Castel Volturno (da tempo in fase di ristrutturazione) con Torre dell’Orologio e tutto il borgo annesso.
• Torre di Patria sul lago Patria.
• Palazzo dei Guevara di Bovino (oggi villa Porfidio con un bel giardino), a Recale.
• Ruderi di un vecchio castello ad Arienzo, in completo abbandono, che risale intorno al IX secolo nella Valle di Suessola.
• Ruderi di un antico castello nel verde a Valle di Maddaloni, nei pressi dei Ponti della Valle (Acquedotto carolino).
• Torre Civica di Ruviano.
• Torre dei Marzano a Pontelatone, di epoca medioevale.
• Eremo di s. Salvatore (ex castello-fortezza) a Rocchetta e Croce (Monte Caprario).
• A Roccaromana resti e strutture antiche difensive, aggredite e disgregate dalla vegetazione.
• A Baia Latina torre difensiva nel borgo antico, con palazzo signorile del 1500 e ruderi della torre del castello (S. Maria degli Angeli).
• A Dragoni ruderi di un antico castello di epoca medioevale, su fortificazioni di tipo poligonale di epoche precedenti.
• Ad Alife mura di cinta fortificate di epoca romana, con castello, torri e varie porte di accesso alla città.
• A Piedimonte Matese Palazzo Ducale (ex castello) con fontana delle Aquile al centro del cortile, sale affrescate e arredate.
• A Raviscanina – S. Angelo d’Alife (Rupecanina) castello con torre merlata e con ampia panoramica.
• Ad Ailano resti di una rocca eretta dagli ultimi Longobardi su preesistenze romane. Nel borgo antico vi è anche un palazzo baronale con torre.
• A Valle Agricola torre medioevale nel contesto del borgo antico.
• A Capriati al Volturno ruderi di un antico castelli, con due portali di epoca catalana.
• A Ciorlano un castello feudale a difesa del ducato di Benevento, con torre piccola inglobata nel contesto edilizio comunale.
• A Pratella (Mastrati) il "villaggio fortificato" di Radulfo dell’VIII secolo con cinta muraria difesa da due torri, con diversi ritrovamenti archeologici.
• A Caianello Vecchio ruderi di un antico castello immerso nel verde.
• A Tora e Piccilli una torre civica di architettura militare di epoca normanna nel contesto abitativo.
• A Conca della Campania un castello con giardino pensile, una poderosa struttura dei monaci cassinesi trasformata in dimora rinascimentale.
• A Roccamonfina un antico recinto fortificato munito di 8 torri di difesa, tra cui la torre merlata della Civetta.
• A Marzano Appio (Terracorpo) un imponente insediamento fortificato con castello dell’XI secolo, confinante con una antica chiesa.
• Borgo di Pietramelara con la torre del castello.
• Castel Loriano è un castello ubicato nel centro storico di Marcianise. Di epoca medievale con mura di cinta e torri merlate ha all'interno del grande piazzale una chiesetta della quale si sta definendo l'anno di costruzione. Il Castel Loriano fu costruito intorno al 1200, secondo alcune citazioni storiche riguardanti la città di Capua. Durante il 1400 fu ristrutturato, ma nei secoli successivi fu modificato radicalmente. È citato nel romanzo Il dormiveglia di Giuseppe Bonaviri, poiché la moglie, Raffaella Osario, era originaria di Marcianise.
• Castello Federiciano Il Matinale di S. Felice a Cancello, apparteneva alla famiglia Barracco.

 
Caserta Turismo: Ripartire con la cultura

Viaggio nei luoghi della memoria e dell’arte di Terra di Lavoro

I tesori nascosti

A cura di Pasquale Iorio
 
 
Per rimanere aggiornato sui convegni, suglie eventi e le attività del Distretto Turistico Caserta, seguici sui social network
 
 
link alla pagina di facebook
 
link alla pagina di flickr
 
link alla pagina di google plus
 
link alla pagina di twitter
 
link alla pagina di you tube
 
link alla pagina di pinterest
 
 
 
 
banner
 
 
link005 link006 link007 link008 link009 link0010 link0011 link0012